Magazine

Insegnare italiano in Inghilterra e nel resto del Regno Unito. Ecco come fare 

Redazione




Insegnare italiano in Inghilterra è da sempre uno dei vostri sogni? Non sapete da dove cominciare? Ecco tutte le opportunità, i contatti e le istituzioni di riferimento fondamentali.

 

Esistono varie possibilità per chi intende affrontare un’esperienza per insegnare l’italiano in Inghilterra e UK.

In un momento in cui il mercato del lavoro italiano sta attraversando non poche difficoltà, un’esperienza lavorativa fuori dallo stivale può rappresentare, infatti, un motivo di crescita e arricchimento da non sottovalutare e un trampolino di lancio non indifferente per una futura carriera in Italia e all’estero.

 

Ecco alcune interessanti possibilità per chi vuole insegnare italiano in Inghilterra.
Potresti lavorare come lettore di lingua italiana o assistente di lingua presso le università, oppure come insegnante nei corsi organizzati dal consolato, presso le scuole britanniche a tempo indeterminato o perfino nelle scuole private.

 

Lettore di lingua italiana presso le università 

Il lettore universitario lavora in stretta collaborazione con il docente titolare della cattedra di italiano presso l’università straniera con un orario di lavoro che ammonta ad una media di 36 ore settimanali.

Per candidarsi bisogna essere in possesso di una laurea. Nell’esercizio delle loro funzioni, i lettori possono avere l’opportunità di lavorare direttamente con l’Istituto di Cultura, nel ruolo di vero e proprio operatore culturale.

 

Per conoscere meglio le opportunità e/o per partecipare al concorso, consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri e l’elenco di  università che hanno una cattedra di italiano.

 

Assistente di lingua italiana all’università 

Chi è il Language Assistents? L’assistente di lingua italiana in Inghilterra, e svolge le sue attività sotto la guida del docente straniero.

L’assistente lavora per circa 12 ore settimanali contribuendo alla promozione e alla conoscenza della lingua e della cultura italiana all’estero. All’assistente viene garantita l’assistenza sanitaria, mentre le spese di viaggio e di soggiorno all’estero sono sempre a carico dell’assistente.

 

Il lavoro inizia il 1° ottobre in Inghilterra e Galles, invece in Scozia e Nord Irlanda il 1° settembre.  Il termine è per tutti il 31 maggio con una retribuzione che varia dai £7,000 ai £9,000 (€10,500 – €13,500) per un contratto part-time.

 

Per fare domanda per insegnare Italiano nel Regno Unito, dovete contattare il ministero dell’istruzione.

 

Insegnante presso corsi organizzati dal consolato 

Anche il consolato italiano in Gran Bretagna organizza corsi di italiano. Per conoscere le informazioni sul bando di concorso e le possibilità esistenti, gli insegnanti di ruolo devono rivolgersi al Ministero degli Affari Esteri.

Gli insegnanti non di ruolo, invece, possono contattare direttamente la Direzione Didattica della circoscrizione consolare di Londra, Edimburgo o Manchester a sito del Consolato Generale d’Italia a Londra.

 

UNA GUIDA PER VIVERE E LAVORARE IN INGHILTERRA

 

Insegnante presso le scuole britanniche

E’ possibile diventare assistente di lingua italiana presso scuole britanniche di vario ordine e grado, escluse le università.

L’Assistente di lingua svolge la propria attività sotto la guida di un docente straniero , contribuendo alla promozione e alla conoscenza della lingua italiana e alla conversazione guidata per circa 12 ore settimanali.

Tra i  paesi in cui è possibile svolgere quest’esperienza, previo accordi culturali con il Governo italiano, c’è appunto il Regno Unito.

 

Per candidarsi bisogna avere la cittadinanza italiana, aver sostenuto almeno due esami di Lingua e letteratura inglese ed essere iscritti almeno al terzo anno presso un’università italiana ad uno dei seguenti corsi di laurea:

 

  • Corso di laurea triennale (ex D.M. 509/99)
  • Corso di laurea quadriennale (ex D.M. 341/90)
  • Corso di laurea specialistica (ex D.M. 509/99).

 

insegnare-italiano-inghilterra-uk

Insegnante di italiano nelle scuole private 

Per candidare alla posizione di insegnante nelle scuole private viene richiesta di media una precedente esperienza nel settore.
Per fare domanda è necessario inviare il proprio CV attraverso le pagine gialle inglesi (nella ricerca vi consigliamo di usare la parola chiave “language schools”).

 

Insegnante a tempo indeterminato presso le scuole britanniche

Il foglio informativo del British CouncilL’insegnamento Formazione Professionale ed assunzione’,  è un documento informativo destinato a tutti coloro che intendono insegnare la lingua italiana presso scuole britanniche a tempo indeterminato.

Per ulteriori informazioni consultare il sito del British Council.

 

Come abilitarsi all’insegnamento della lingua italiana in Regno Unito? Per coloro interessati ad ottenere l’abilitazione all’insegnamento, vi ricordiamo che è possibile conseguire un titolo di studio denominato Teaching Italian as a Foreign language (TIAFL).

Per maggiori informazioni consultare il sito dell’Istituto Italiano di Cultura a Londra.

 

E’ fondamentale sapere che gli insegnanti inglesi non vengono assunti dal Ministero della Pubblica Istruzione britannico e il numero annuale dei posti a disposizione, varia a seconda delle regioni.

Secondo fonti ufficiali i periodi di maggiore richiesta per gli insegnanti, vanno da Marzo a Settembre e da Novembre a Dicembre.

 

Una volta ottenute le qualifiche precedentemente esposte,  si può iniziare la propria carriera rispondendo agli annunci pubblicizzati su riviste quali:

 

Alcuni posti sono pubblicizzati dalle Local Education Authorities (LEA). Il seguente sito offre la possibilità di collegarsi ai siti degli uffici regionali.

 

Tutti gli insegnanti che frequentano corsi di abilitazione all’insegnamento devono presentare un certificato di attitudine a lavorare con i bambini o un certificato di buona condotta.

Per maggiori informazioni contattare il Criminal Records Bureau.

 

Siti utili 

  • Council for Independent Further Education (CIFE)

 

Galles

 

Scozia

  • Teach in Scotland

 

Irlanda del Nord

  • Schools Council

 

 

Nota bene: Alcune informazioni potrebbero non essere aggiornate, vi consigliamo di verificare eventuali cambiamenti nei siti ufficiali

 

Scambieuropei non è in grado di rispondere ad ulteriori domanda in merito all’articolo. Vi consigliamo di fare ricerca tramite i siti consigliati e contattare i responsabili delle singole offerte

 


  • comments powered by Disqus